Investire in immobili in Italia: com’è andato il 2019

Investire in immobili in Italia: com’è andato il 2019 e previsioni

Secondo alcune rilevazioni  di Capital Market Italia crescono gli investimenti Real Estate in Italia.
Gli investimenti nei primi 9 mesi dell’anno 2019 hanno raggiunto quota 7,1 miliardi di euro, in crescita di circa il 40% rispetto allo stesso periodo del 2018. I capitali investiti sono prevalentemente non domestici, soprattutto europei. Le previsioni degli uffici studi e ricerche dei principali player delineano un trend favorevole che proseguirà anche nell’ultimo trimestre; il 2019 dovrebbe chiudersi toccando quota 12 miliardi di euro, registrando una performance particolarmente positiva.
L’ottima performance del 2019 mostra una particolare attenzione da parte degli investitori per il settore alberghi e uffici.
Milano, diventata un vero e proprio brand, è la prima scelta non solo per gli immobili direzionali, ma anche per gli hotel a vocazione business anche se l’offerta è decisamente limitata.
Il resto d’Italia, con le tante località turistiche marittime e montane, oltre alle varie città d’arte, in primis Roma e Firenze, offre comunque allettanti opportunità a chi vuole investire nell’alberghiero.
Sta crescendo inoltre l’interesse per l’asset class residenziale, soprattutto in versione multi-family, ovvero co-housing, student housing e senior living, in linea con i nuovi comportamenti e di vita.

I settori in cui conviene investire nel real estate

Sono due i settori che si sono distinti da gennaio a settembre 2019: gli uffici hanno assorbito il 34% del volume investito, pari a 2,5 miliardi, seguiti, a breve distanza, dall’alberghiero con il 33% (2,3 miliardi). Gli investimenti in hotel hanno particolarmente brillato nei primi nove mesi, triplicando i volumi rispetto allo stesso periodo del 2018.

Milano continua ad essere la città preferita sul mercato, chiamata sempre più a giocare un ruolo di primissimo piano nel mercato internazionale, al pari di altre città europee come Londra, Parigi e Monaco.

Il retail, con investimenti di circa 1,4 miliardi di euro, pari al 20%, sta facendo i conti con la riorganizzazione dell’offerta commerciale dettata dalla sfida digitale. Nel terzo trimestre il settore ha registrato comunque un ottimo risultato, grazie a una mega operazione che ha riguardato il comparto degli outlet center.

fonte: www.idealista.it

Lascia un commento

Your email address will not be published.